RALLY DELLA FETTUNTA, TUTTI I SEGRETI DELLE PROVE SPECIALI

RALLY DELLA FETTUNTA, TUTTI I SEGRETI DELLE PROVE SPECIALI

GLI ASFALTI DEL CHIANTI NASCONDONO MOTIVI TECNICI ‘VERI’

SCENARI DA MONDIALE A SICELLE, FABBRICA E TIGNANO

 

Sicelle, Fabbrica, Tignano: tre nomi, tre teatri. Sono le prove speciali del 39/o Rally – 4/o Rallyday della Fettunta in programma il 2 e 3 dicembre 2017 che su queste strade giocherà la sua carta di manifestazione che sa rinnovarsi, sperimentare, portare avanti la tradizione senza trascurare l’innovazione. Nello spirito dei rallyday, la tipologia di gare ‘corte’ previste dalla federazione e di cui il Fettunta ha sempre fatto parte fin dal 1977, saranno assai indicativi i tratti cronometrati, tutto asfalto, di Piazza-Sicelle (6 km), Fabbrica-Campoli (5,1 km) e Cortine-Tignano (5,1 km). Ognuno ha caratteristiche diverse dall’altro. Sicelle, che impone cambi di ritmo repentini, ricorda nelle staccate ai suoi ponticini stretti passaggi simili ai rally di Corsica o del Sanremo. La cavalcata da Cortine a Tignano assomiglia ai catrami saltellanti dei rally di Madeira o del Portogallo, con la lunga discesa iniziale dove solo note prese e dettate bene possono aiutare a superare le sequenze di  curve appena accennate e di cui non si coglie la continuazione esatta. E poi Fabbrica (o Campoli): la si percorre nel tempo in cui uno beve due bicchieri d’acqua, forse tre, e i vigneti a fianco quasi accarezzano le auto evocando scenari come il Deutschland Rally mondiale, mentre il quadrivio per Montefiridolfi sembra un innesto della 24 Ore di Ypres. Ma è sempre il latinissimo Rally della Fettunta, genuino e saporito come l’olio di oliva appena uscito dai frantoi: il suo mix di tratti misti e veloci a fine rally dà sempre un vincitore ‘vero’, come è sempre stato nella storia della gara.

 Le sedi logistiche rimangono Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa (Firenze).  Il percorso totale è di 160 km di cui 32,4 km cronometrati. Verifiche pre-gara sabato 2 dicembre nel centro storico di Barberino Val d’Elsa dove poi, la mattina dopo, il domenica 3 dicembre, ci sarà la partenza dalla Porta medievale sulla Cassia. L’arrivo a Tavarnelle domenica pomeriggio. Parco assistenza a Sambuca Val di Pesa dove c’è anche il primo riordino allo stabilimento Bacci, marchio noto fra gli appassionati per i cambi e le trasmissioni meccaniche per auto da corsa. Altro riordino verso l’ora di pranzo in piazza Matteotti a Tavarnelle. Previsti due controlli a timbro: uno all’Azienda Olearia del Chianti della famiglia Gonnelli a Panzano; l’altro nell’abitato di San Casciano Val di Pesa. La consegna del road book viene allestita al Bar Barinco a Tavarnelle il 2 dicembre (ore 8.30-12.30).(mgi).

Bolognesi 2016

Commenti chiusi