L’ALTRO FETTUNTA / ALBERTO SALVINI E LA PORSCHE 911 DOMINANO IL 14mo RALLY STORICO

L’ALTRO FETTUNTA / ALBERTO SALVINI E LA PORSCHE 911 DOMINANO IL 14mo RALLY STORICO

 

In testa dall’inizio alla fine, e tutte le prove speciali vinte nettamente. Il piede destro del senese Alberto Salvini è pesante per davvero e ha schiacciato sull’acceleratore della sua Porsche 911 RS griffata Balletti anche più di tante auto moderne. “Se la classifica fosse stata unica, storiche e moderne insieme – fa notare Salvini al traguardo – saremmo terzi assoluti”. Salvini, che ha corso con Davide Tagliaferri, è abituato agli scenari del campionato italiano delle storiche da rally e gli elogi da lui dispensati al Fettunta a fine gara vanno oltre la soddisfazione personale per la vittoria. “E’ un percorso che oserei direi tremendo, cioè da rally vero – dice il pilota senese – E la gara è stata gestita dagli organizzatori a livello mondiale, forse anche meglio. Davvero un’organizzazione impeccabile, bravi ragazzi”. Uno sguardo al rally storico, dove la presenza di ‘antiche’ regine a trazione posteriore ha esaltato lo spettacolo e tenuto desta l’attenzione del pubblico. Secondi si sono classificati Marco Nuti e Paolo Baldi su una pregevole Renault 5 Maxi Turbo: la loro posizione a podio non è mai stata in discussione. Terzo un rallista di lungo corso come Piergiorgio Barsanti, navigato da Cristian Pollini, sulla Ford Escort Rs 2000. Barsanti ha scalato gradualmente, prova dopo prova, le posizioni nella classifica, dal settimo posto della ps1 al terzo, agguantato sul passaggio finale a Tignano. Buon terzo, fino al ritiro proprio sull’ultima ps per una rottura meccanica, era stato anche l’equipaggio Bertelli-Neri su una gloriosa Opel Ascona. Spettacolari i passaggi (e i traversi) delle Alfette rosso e nere Moreno Carraro e Gianluigi Baghin che hanno fatto sgranare gli occhi agli spettatori ‘alfisti’ presenti sul percorso. (Classifiche: link nella sezione Concorrenti).

 

Commenti chiusi