‘FETTUNTA STORICO’: MUSEO VIAGGIANTE CHE RUGGISCE ANCORA

 ‘FETTUNTA STORICO’: MUSEO VIAGGIANTE CHE RUGGISCE ANCORA.

LOGO RICORDA LA TRADIZIONE CON LA DICITURA ‘QUARANTANNI’.

PASSERELLA AMMIRATISSIMA DI AUTO DA CORSA DA COLLEZIONE

Il ‘Rally Storico della Fettunta’ che segue le moderne? Un museo viaggiante di auto che fecero il pionierismo dei rally e che ruggiscono ancora. I concorrenti su vetture che richiamano gli albori della specialità, il 2 e 3 dicembre seguiranno integralmente il programma dei concorrenti delle moderne: stessi appuntamenti pre-gara, stesso percorso, stesse ps e stessi orari. Per la gara storica si tratta della 15/a edizione. Un ‘rally nel rally’ che ha l’onore e l’onere di portare con sé il testimone della memoria. Nel logo di questa manifestazione parallela, non a caso, è stata aggiunta la dicitura ‘Quarantanni’ proprio per sottolineare la lunga tradizione della corsa, partita nel 1977 e che prosegue ancora. Il rally storico ha un seguito di affezionati gentleman drivers molto legati a questa gara. Ogni anno contribuiscono, con le loro auto da collezione che hanno fatto un’epoca, a realizzare un vero Expo itinerante che ripropone gli echi di ormai antiche avventure motoristiche nella campagna chiantigiana quando il Fettunta si correva soprattutto su sterrato (oggi, come noto, il percorso è tutto asfalto). Il valore delle auto cresce con la partecipazione alla competizione poiché così se ne dimostra l’efficienza mantenuta inalterata: anche questo è un motivo di interesse perché si stimola il mercato delle auto storiche da competizione e si fa cultura della tecnica. Nel 2016 la gara storica è stata vinta dall’equipaggio Salvini-Tagliaferri su Porsche, abituali frequentatori delle gare del campionato italiano delle storiche.(mgi).

Salvini storico

Commenti chiusi